X
Sei un cuoco a domicilio?CLICCA QUI
OPPURE CREA
UN NUOVO ACCOUNT
NICKNAME
EMAIL
MOBILE
+39
PASSWORD
(minimo 8 caratteri)
CONFERMA PASSWORD
(minimo 8 caratteri)
come funziona? icona youtube icona Vimeo icona twitter icona instagram icona google plus icona facebook

follow us

sei uno chef a domicilio? Iscriviti gratis
TORNA AI RISULTATI
condividi
$('.piatto-cuoco').balloon({
css: { padding: '10px', fontSize: '100%', fontWeight: 'bold', lineHeight: '2', backgroundColor: 'rgba(0, 0, 0, 1)', color: '#fff' }, position: "bottom", minLifetime: 0, showDuration: 0, hideDuration: 0, offsetY: 0
});

Marco Capria

tipo di cucina cucina regionale

da 0 €/coperto
nuovo
foto principale chef
foto piatti e menu dello chef   foto piatti e menu dello chef   foto piatti e menu dello chef   foto piatti e menu dello chef   foto piatti e menu dello chef   foto piatti e menu dello chef   foto piatti e menu dello chef   foto piatti e menu dello chef   foto piatti e menu dello chef   foto piatti e menu dello chef
PRENOTA CHEF
PROCEDURA DI PRENOTAZIONE
  • imposta la data e invita lo chef
  • lo chef ti propone la soluzione personalizzata
  • conferma la prenotazione

Per me cucinare senza glutine significa buono ed appetitoso, soprattutto se preparato con cibi genuini ed a Km.0

  • Cucina lacto-ovo-vegetariana
  • Primi di pesce
  • 1° chef Manhattan cafe restaurant

Credo che il paradosso più grande della società contemporanea occidentale è evidenziato da quello che mangiamo. Praticamente la pubblicità (ma non è certo della pubblicità la colpa) ci fa mangiare quello che vuole con l'intento di portare profitto. No di sfamare o meglio nutrire. Quindi marchi famosissimi o per esempio, catene di fast food, attirano con gadget o prezzi bassi solo per far soldi. Non per nutrire. (spendono più per la pubblicità che per il prodotto che servono)
E' sconcertante poi rilevare che questi business ne aprono infiniti altri come tutto il ramo " light" o dietologi, per non parlare delle palestre o della chirurgia.
Quindi mangiamo all'"iper iper discount" o al fast food per risparmiare o far contenti I bimbi, ma poi andiamo dal dottore per mal di stomaco, gastriti etc…. Poi andiamo in palestra per la pancia o dal dietologo per dimagrire, insomma quanti soldi? Sarà il caso che torniamo a nutrirci senza mai dimenticare comunque di benedire il cibo?
E poi chi lo dice che nutrirsi non è appagante? E vai a vedere che facendolo bene risparmio anche I soldi della pasticca blu?
Al giorno d'oggi, spinti dalla corrente consumistica della società in cui viviamo, spesso tendiamo a considerare poco il senso del termine "mangiare" e ad ignorare del tutto quello del termine "nutrirsi", due aspetti della vita che potrebbero sembrare la stessa cosa ma che, in realtà, esprimono concetti profondamente diversi.
"Mangiare" significa assumere cibo per placare lo stimolo della fame. Uno dei problemi dei nostri giorni, a livello nutrizionale, è proprio il fatto che tendiamo a mangiare non più semplicemente per soddisfare il senso della fame, ma spesso e volentieri lo facciamo per golosità nei momenti più vari della giornata, per passare il tempo, magari davanti a un film, durante lo studio, o ancora nei locali serali, trovando nell' atto di mangiare un'ottima scusa per creare l'occasione di socializzare. Mangiare è un atto edonistico, l'Uomo trae piacere dal cibo ma spesso ne abusa, cercando in esso sfoghi o consolazioni. Grazie a Dio, o meglio Gesù neanche questo peccato ci è imputato. E' a questo punto che subentra l'importanza del termine "nutrirsi". Cioè come ha ordinato Dio.
Anche se oggi, nel nostro paese, praticamente tutti mangiano, sono relativamente pochi coloro che si "nutrono" in maniera corretta.
"Nutrirsi" significa fornire al nostro organismo le sostanze di cui ha bisogno, nelle giuste quantità e proporzioni, per funzionare in maniera corretta, in termini di macronutrienti (proteine, carboidrati e lipidi) e micronutrienti (vitamine, minerali ed altri elementi). Quindi, in altri termini, nutrirsi significa mangiare gli alimenti che, in base alle nostre condizioni fisiologiche, possono darci quei nutrienti di cui abbiamo bisogno per mantenere al meglio uno stato di benessere.
Dalla mancanza o dagli eccessi dei nutrienti nella dieta scaturisce una condizione di malnutrizione, detta rispettivamente "per difetto" e "per eccesso" che potrebbe portare, con grande probabilità, all'insorgenza di seri disturbi o patologie, come l'ipertensione, il rischio di infarto, le dislipidemie (alti valori di grassi nel sangue), la steatosi epatica (fegato grasso) l'obesità e molte altre. 
Cerco il giusto equilibrio tra il “mangiare come atto edonistico ed il nutrirsi.

I menu tipo dello chef

punteggio non presentepunteggio non presentepunteggio non presentepunteggio non presentepunteggio non presente0 REVIEW